Nizza: lo stadio del ruscello

Fu inaugurato nel 1927, prima ancora che in Francia vi fosse un vero campionato nazionale. Proprietaria la municipalità, intitolato al politico socialista Léo Lagrange - morto il 9 giugno 1940 a Évergnicourt -, lo stadio sorge nel quartiere nizzardo di Ray - che significa, appunto, ruscello. Di qui, la sua denominazione - mai ufficialmente stabilita, ma comunemente adoperata - di 'Stade du Ray'. 
Su questo campo, sin dalle origini, ha giocato l'Olympique Gymnaste Club Nice Côte d'Azur (più brevemente OGC Nice, ma anche semplicemente Nice). Su questo campo, il club ha vissuto le sue stagioni migliori, nel corso degli anni '50 del secolo scorso, quando contendeva al Reims l'egemonia calcistica in terra di Francia. Postiamo qui, a ricordo, immagini che risalgono proprio a quei tempi e a quelli di poco successivi.










In vista dell'europeo del 2016, a Nizza è stato costruita una nuova e grande arena, l'Allianz Riviere; oggi, la storia dello Stade du Ray è semplicemente, appunto, storia.

Robbiano (Vercelli)

Campi di provincia del calcio di un tempo
Stadio Leonida Robbiano (Vercelli)

L'ultimo Natale trascorso in Serie A dalla Pro Vercelli fu quello del 1934. Fu anche il primo senza Silvio Piola, ceduto alla Lazio in estate. Il 23 dicembre, al Robbiano (foto di repertorio), la vecchia Pro fu sconfitta dal Livorno, e mestamente rimase sul fondo del fondo della classifica. Da lì, non riuscì più a risalire. Speriamo di rivederla, nei prossimi anni, sui campi del campionato maggiore.

Il Penzo di notte

Campi di provincia del calcio di un tempo
Stadio Pier Luigi Penzo (Venezia)

Meravigliosa prospettiva notturna



Stadio Lenin (Mosca)

Центральный стадион имени В. И. Ленина